Biografia

Pasquarosa Marcelli Bertoletti  

(Anticoli Corrado 1896, Camaiore 1973)

Nata in una famiglia di contadini, si trasferisce a Roma giovanissima nel 1912 e lavora come modella per Felice Carena e Nicola D’Antino. Posa anche per Nino Bertoletti, che sposerà nel 1915. Esordisce come pittrice nel 1915 alla III mostra della Secessione, con quattro nature morte. La sua verve coloristica e lo spontaneo antiaccademismo la pongono al centro dell'attenzione: Pasquarosa espone ancora alla Secessione del 1916 e nel 1918 espone con un gruppo di artisti, fra i quali Ferrazzi,Spadini, Deiva De AngelisSocrateOppo, in una importante mostra alla Casina del Pincio. A partire dagli anni Venti, pur occupando una posizione marginale nel contesto romano, è presente in tutte le maggiori occasioni espositive (Sindacali, Quadriennali, Biennali di Venezia) . La personale più importante si tiene alla Arlington Gallery di Londra (1929), con presentazione di Emilio Cecchi. Oltre a Cecchi, Pasquarosa insieme al marito è in rapporti di amicizia con LuigiPirandello, Massimo Bontempelli, Giorgio de Chirico, Cipriano Efisio Oppo.Nel 1953 vince il Premio Marzotto.

Bibliografia: E. Coen, Pasquarosa, catalogo della mostra, a cura di E.Coen, Roma 1982; F. D'Amico, scheda in cat. Roma 1934, Modena 1986; Pasquarosa opere dal 1913 al 1962, catalogo della mostra a cura di M. Quesada, Pavia 1995.



Testo da:
  Archivio della Scuola Romana
logo archivio sromana
      www.scuolaromana.it

 

Galleria opere